Giornalismo o Gogna? Lettera a Marco Damilano.

Lettera del Collettivo Intersecta a Marco Damilano, inviata in seguito ai fatti del Pride di Treviso.

Caro direttore,

ti scriviamo perché sappiamo che sei sensibile ai temi dei diritti delle persone, e che pensi, come noi, che il giornalismo vada esercitato seguendo delle regole etiche, che separano nettamente un reportage da una gogna. Il quotidiano “la tribuna di Treviso”, che appartiene, come il settimanale che dirigi, al gruppo editoriale Gedi, ha pubblicato, la settimana scorsa, sul suo sito e sui social network, senza il consenso dell’interessata, un’immagine di una ragazza che partecipava alla sfilata del Pride che si teneva nella città veneta. In questa foto, la ragazza era a petto nudo, e con il viso ben visibile, e aveva scritto sulla pelle un messaggio di solidarietà con la comandante e l’equipaggio della nave “sea watch”. Questo è bastato per scatenare, contro una giovane donna completamente ignara dell’uso che si faceva della sua immagine, una valanga di insulti omofobi, misogini e razzisti da parte di utenti di social network, che hanno ripetutamente inneggiato al suo stupro, perché rea di essere donna, gay friendly, svestita e “amica dei neri”.

L’autore della foto e il direttore del giornale che l’ha pubblicata, non immaginavano che l’epilogo sarebbe stato questo? Quale dovere di informazione può spingere a dare in pasto ai “leoni da tastiera” la foto molto dettagliata, senza il suo consenso, di una ventenne che da qualche giorno vive un inferno e ha paura di uscire? È questo il ruolo del quarto potere? Vogliamo sperare che tu non l’avresti mai pubblicata, e ci piacerebbe riflettere con te sull’opportunità che un gruppo editoriale che pubblica giornali che conducono battaglie di libertà prenda posizione in merito, e riconosca l’errore fatto.

Speriamo in una tua risposta.

Collettivo Intersecta, intersezioni contro il dominio sul vivente.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Vai alla barra degli strumenti